Veterinario a domicilio, come gestire le visite a casa dei pazienti

veterinario a domicilio

Molti pet owner hanno bisogno, per un motivo o per un altro, di un veterinario a domicilio. Si tratta di uno dei servizi più richiesti dalle famiglie italiane che hanno un animale domestico in casa e anche di uno dei più remunerativi per i professionisti. Il problema è: come gestire le visite a casa, gli appuntamenti e il pagamento delle fatture?

Quando il veterinario fa visite a domicilio?

Questa tipologia di servizio veterinario è utile in diverse situazioni in cui il pet o il suo padrone non hanno la possibilità di spostarsi. Per esempio, se il pet owner è una persona single che ha difficoltà a spostarsi per problemi di salute o anziana o non automunita; se l’animale ha una patologia potenzialmente infettiva; se l’ambulatorio o lo studio si trovano in una zona molto difficile da raggiungere o l’abitazione della famiglia è piuttosto isolata.

I proprietari di cani, gatti, uccelli e altri animali domestici desiderano il meglio per il proprio pet, e se non riescono ad assicurargli le cure adeguate si sentiranno in colpa e sfiduciati. Cosa può fare un professionista per evitare tutto ciò e dare le migliori cure ai pet dei suoi clienti? Aprire un servizio veterinario a domicilio è un’ottima idea, ma va organizzata al meglio per non creare il caos nell’agenda degli appuntamenti.

Veterinario a domicilio, gestisci gli appuntamenti

Se hai scelto di fare visite a domicilio ai tuoi pazienti, i pet owner ne saranno entusiasti. Il primo passo da fare per permettere un’organizzazione fluida di tali visite è avvisare tutte le persone potenzialmente interessate. Avvisi in bacheca nel tuo studio, post mirati sui social e un veloce passaparola faranno sapere a tutti coloro che hanno un pet che sei disponibile come veterinario a domicilio.

Attenzione però alla crescita a macchia d’olio del tuo business: stabilisci una zona entro cui vuoi e puoi spostarti per effettuare visite veterinarie a domicilio e oltre la quale non sei disposto ad andare. Puoi anche scegliere di offrire questa possibilità solo ad alcuni dei tuoi clienti, solo in situazioni di emergenza oppure solo in determinate fasce orarie e giorni e della settimana specifici.

Come fare a tenere pulita e organizzata la tua agenda delle visite a domicilio? Tra le funzionalità di Veterly c’è una gestione intelligente e intuitiva del calendario. Fissa le giornate e gli orari in cui sei disponibile come veterinario a domicilio, e quelli in cui riceverai pazienti solo in studio. Poi dai ai tuoi clienti il codice personale per prenotare le visite direttamente dall’app.

I prezzi del veterinario a domicilio

Quando effettui il servizio di veterinario a domicilio, puoi scegliere se richiedere lo stesso prezzo delle visite in studio o aggiungere un sovrapprezzo per i tuoi spostamenti e le relative spese. Avvisa in maniera chiara i tuoi clienti, così non avranno brutte sorprese quando ti chiameranno come veterinario a domicilio e scopriranno i prezzi.

Poi invia le ricevute necessarie ai pet owner riguardo al tuo servizio a domicilio, e richiedi pagamenti istantanei e sicuri sempre tramite app. Potrai gestire tranquillamente sia l’agenda degli appuntamenti che il libro contabile senza servirti di personale amministrativo e migliorerai l’efficienza delle tue visite.

Perché offrire un servizio di visite a domicilio

Prevedere dei giorni e delle zone in cui effettuare le visite veterinarie a domicilio sarà di grande aiuto sia al tuo lavoro che alla salute degli animali e alla tranquillità dei loro padroni. Tu avrai la certezza di un maggior numero di visite e potrai acquisire nuovi clienti, che magari hanno difficoltà a raggiungerti in studio.

Allo stesso tempo tutti i pet di cui ti occupi avranno la migliore cura in un ambiente confortevole e sicuro, quello che chiamano casa, e non rischieranno mai che i loro padroni rimandino una visita per mancanza di tempo o difficoltà a spostarsi. Insomma, vincono tutti: i veterinari, gli animali e i pet owners.

Veterly, l’app per la cura dei tuoi animali

Articoli correlati

CBD uso veterinario
Veterinari

CBD a uso veterinario, di cosa si tratta

L’utilizzo della cosiddetta “cannabis terapeutica” è sempre più diffuso per trattare patologie croniche e problemi di salute degli umani. L’applicazione del CBD a uso veterinario