Istiocitoma nel cane, cos’è e come si cura

istiocitoma del cane

L’istiocitoma del cane è un tumore benigno che si presenta soprattutto negli animali giovani, al di sotto dei 3 anni di età. Non c’è da preoccuparsi perché in genere regredisce senza dover sottoporre il cane a interventi chirurgici, ma è comunque un fastidioso problema che potrebbe spaventare i pet owner. Con un o una professionista del settore veterinario, risolvere il problema e riportare l’animale domestico a uno stato di salute ottimale è possibile.

Istiocitoma o tumore della pelle del cane, come capire la differenza

Di fatto l’istiocitoma è un tumore della pelle, ma è benigno e quindi non comporta danni a lungo termine per l’organismo dell’animale. In ogni caso, è bene riconoscerlo prontamente e richiedere l’intervento tempestivo del veterinario per far sì che non nasconda altre patologie o non peggiori in maniera dolorosa per il cane.

Come distinguere l’istiocitoma da tumori della pelle del cane maligni? Il primo ha delle caratteristiche precise che in genere permettono anche a uno sguardo non esperto di riconoscerlo: si presenta infatti come una pallina o un bottoncino di colore rosa-rossiccio, di solito sulla testa, sul collo o sulle orecchie del cane oppure sulle estremità del corpo (zampe, coda).

Di solito ha dimensioni che possono raggiungere i 2,5 o 3 centimetri di diametro e a volte può provocare prurito nel cane, che tenderà a grattarsi o proverà a mordere la parte del corpo colpita. Altre volte invece è del tutto asintomatico ed è solo allo sguardo attento del pet owner o del personale sanitario che si rivela.

L’istiocitoma del cane è grave?

Come già detto, si differenzia da altri tumori della pelle del cane per la sua natura benigna e solitamente regredisce nel giro di qualche mese. Questo però dipende dall’età del soggetto colpito, dalle sue condizioni di salute generali e dall’evoluzione della lesione o del nodulo con cui appare sulla pelle. La cosa più sicura quando si nota qualche modifica sulla pelle del cane è avvisare il veterinario competente.

Nella maggior parte dei casi, riscontrato che si tratti di un istiocitoma e non di tumori della pelle del cane maligni, il o la professionista suggerirà di attendere l’evoluzione del problema dermatologico man mano che il cucciolo cresce. Tre mesi dopo la comparsa dell’istiocitoma, se questo non è scomparso, si effettua una biopsia per studiarne le cellule ed eventualmente schedulare una rimozione.

Il problema più grave di solito non è dato dal tumore della pelle del cane, che appunto è di tipo benigno, ma dalla reazione dell’animale stesso. Dopo alcuni mesi, soprattutto se prova fastidio e prurito, il cane proverà a graffiare e mordere l’istiocitoma per “eliminarlo” autonomamente. Così rischia però di provocarsi ferite e conseguenti infezioni.

Cosa fare se noti un tumore sulla pelle del tuo cane

Mantieni la calma e cerca di non toccare la parte incriminata: attireresti l’attenzione del cane che magari non si è ancora accorto di questa piccola anomalia. Fai qualche foto alla parte del corpo in cui hai visto il possibile tumore alla pelle del cane e inviala al tuo veterinario di fiducia tramite l’app di Veterly. Già dall’aspetto visivo, i professionisti sapranno valutare se si tratta di un istiocitoma o di qualcos’altro.

Ti inviteranno quindi ad attendere, fisseranno una visita a domicilio oppure un appuntamento in studio per indagare meglio la protuberanza. Una volta accertato che non si tratta di tumori della pelle del cane maligni, i veterinari stileranno una serie di visite di controllo per tenere sott’occhio il nodulo, controllare che non si allarghi né si infetti.

Se dopo diversi mesi (in genere tre) al situazione non rientra da sola, l’istiocitoma verrà asportato chirurgicamente dal veterinario per evitare che il cane sperimenti sintomi fastidiosi come prurito, fastidio, irritazione e infezione della pelle là dove si trova il tumore benigno. Si tratta di un intervento di routine, che di solito si effettua in criochirurgia con conseguenze lievi o nulle sullo stato di salute generale del tuo cane.

Veterly, l’app per la cura dei tuoi animali

Articoli correlati

chirurgo veterinario
Cane

Chirurgo veterinario, chi è e cosa fa

Il chirurgo veterinario è uno specialista di interventi per pazienti a quattro zampe. Il suo parere risulta indispensabile quando il tuo pet ha una malattia